Osservatorio Ambientale Permanente

PRESIDENTE: Salvatore Irrera
Vice presidente: _________________
Componenti di diritto:
Armando Carpo (Presidente dell’Unione dei Comuni)
_____________________ (Presidente Del Consiglio dell’Unione dei Comuni)
Salvatore Irrera (presidente del Comitato Jonico Beni Comuni)
Membri Comitato Jonico Beni Comuni: Sebastiano Casablanca, Domenica Crupi.
Membri dell’Unione dei Comuni: Angelica Ciatto, _______________, ____________________.

STATUTO

Art. 01 -Costituzione dell’Osservatorio Ambientale Permanente
L’ UNIONE DEI COMUNI DELLE VALLI IONICHE PELORITANE e il Comitato Jonico Beni Comuni costituiscono l’OSSERVATORIO AMBIENTALE PERMANENTE.

Art. 02 -Ambito territoriale
L’ambito territoriale di intervento dell’Osservatorio Ambientale Permanente è quello corrispondente al territorio di pertinenza dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane.
Nel caso in cui, per qualsivoglia ragione, si provvedesse alla modifica dell’ambito territoriale, includendovi nuovi enti territoriali o escludendone altri, ovvero delimitando diversamente l’ambito, il presente statuto si intende modificato di conseguenza.

Art. 03 -Finalità e Scopi
L’Osservatorio Ambientale Permanente ha lo scopo di:
1. Individuare, suggerire e promuovere azioni coordinate per la salvaguardia e/o risanamento dell’ambiente;
2. coordinare gli interventi idonei a promuovere una corretta e virtuosa gestione dei rifiuti nel territorio;
3. promuovere progetti per una gestione della raccolta, trattamento, riuso, riciclo e smaltimento a livello comprensoriale con l’individuazione di percorsi comuni e di servizi da gestire in proprio;
4. proporre le iniziative utili al conseguimento dell’obiettivo “rifiuti zero”;
5. salvaguardare il bene ambiente del comprensorio da ogni inquinamento (aria, acqua e suolo), anche attraverso un uso diffuso delle energie rinnovabili;
6. individuare e favorire la partecipazione alle attività di studio e conoscenza, anche attraverso la convocazione di assemblee, conferenze, dibattiti che interessino, oltre che studiosi ed esperti, anche la cittadinanza tutta.
7. coinvolgere le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado, le Università degli Studi, le Associazioni Ambientaliste e di Volontariato presenti nel territorio ed, in genere, di coloro che, sia in forma singola che associata, intendono perseguire gli stessi obiettivi.
8. Favorire la partecipazione della cittadinanza, in quanto utente del servizio, alla reale programmazione dei progetti di gestione dei rifiuti ed alla programmazione dell’utilizzo del territorio.
9. organizzare le proprie sedute in modo che sia facilitata la partecipazione attiva della gente, anche con segnalazioni e/o osservazioni, in modo da realizzare la democrazia partecipata e partecipativa.

Art. 04 – Composizione
L’Osservatorio Ambientale Permanente è composto:
• dal Presidente pro-tempore dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane o suo delegato;
• dal Presidente pro-tempore dell’Assemblea dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane o suo delegato;
• da tre rappresentanti dell’Assemblea dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane;
• dal presidente pro-tempore del Comitato Jonico Beni Comuni o suo delegato;
• da tre rappresentanti del Comitato Jonico Beni Comuni nominati dall’assemblea del Comitato stesso tra i propri soci con esperienza nel settore.

Le suddette funzioni sono svolte a titolo gratuito.
In caso di adesione all’Osservatorio di altri Enti e/o Istituzioni e/o Associazioni, l’Osservatorio Ambientale Permanente sarà integrato da un rappresentante per ogni altro Ente e/o Istituzione e/o Associazione aderente.
L’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane e il Comitato Jonico Beni Comuni si impegnano a comunicare, tempestivamente, ogni variazione relativa ai propri rappresentanti all’interno dell’Osservatorio.
Art. 05 – Funzioni
L’Osservatorio Ambientale Permanente:
• nomina il Presidente ed il Vice-Presidente, secondo le modalità di cui ai successivi articoli 6 e 7;
• esprime indirizzi ed orientamenti ed assume decisioni per il conseguimento delle finalità di cui al precedente articolo 3 con l’obiettivo di assicurare la medesima cura e salvaguardia per gli interessi di tutti gli Enti aderenti all’Osservatorio,
• nomina commissioni con mandato a termine per specifiche attività e/o iniziative;
• adotta il regolamento interno per l’attività di cui agli scopi statutari;
• programma e realizza consultazioni al fine di coordinare le proprie iniziative secondo i voleri della comunità.
Ciascun componente può sottoporre direttamente proposte e problematiche attinenti iniziative ed interventi da attuare per il raggiungimento degli scopi dell’Osservatorio.
L’Osservatorio Ambientale Permanente è convocato dal Presidente, che lo presiede, almeno una volta ogni tre mesi ed ogni qualvolta ne sia fatta richiesta da almeno un terzo dei suoi componenti.
L’Osservatorio Ambientale Permanente delibera, in prima convocazione, con l’intervento della maggioranza dei componenti in carica al momento della deliberazione, mentre in seconda convocazione (almeno un’ora dopo) basterà la presenza di almeno un terzo dei suoi componenti; ogni deliberazione sarà efficace se votata favorevolmente dalla maggioranza dei voti validamente espressi dei componenti presenti alla votazione.
Le deliberazioni dell’Osservatorio Permanente hanno anche funzione di indirizzo nei confronti delle attività che riguardano l’ambiente svolte dall’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane.
Art. 06 -Presidente
Il Presidente dell’Osservatorio è eletto tra i componenti provenienti dal Comitato Jonico Beni Comuni. Dura in carica tre anni ed è rieleggibile.
Il Presidente:
• è il rappresentante legale dell’Osservatorio Ambientale Permanente ed organo esecutivo per ogni adempimento connesso alle attività previste dallo Statuto;
• convoca e presiede l’Osservatorio Ambientale Permanente secondo quanto previsto al precedente articolo;
• adotta tutte le iniziative conseguenti alle decisioni dell’Osservatorio Ambientale Permanente, nonché tutti gli altri atti e provvedimenti opportuni per il raggiungimento degli obiettivi dell’Osservatorio Ambientale Permanente;
• attiva tutte le forme di consultazione attinenti le attività dell’Osservatorio Ambientale Permanente;
• relaziona annualmente agli Enti partecipanti sulle attività e iniziative svolte dall’Osservatorio Ambientale Permanente comunicando gli obiettivi raggiunti.
• può avvalersi delle prestazioni di consulenti tecnico giuridici, nonché richiedere all’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane locali, attrezzature e personale necessari all’attività essenziale per la gestione delle attività e delle iniziative dell’Osservatorio.
Art. 07 – Vice-Presidente
Il Vice-Presidente dell’Osservatorio è eletto tra i componenti provenienti dall’Assemblea dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane.
Dura in carica tre anni ed è rieleggibile. Esso sostituisce il Presidente in tutti i casi di assenza e/o impedimento.

Art. 08 – Sede e Funzionamento
La sede legale dell’Osservatorio Ambientale Permanente è presso la sede dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane.
Le funzioni di Segretario vengono svolte dal Segretario dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane; per la verbalizzazione delle riunioni, in assenza del Segretario, le funzioni possono essere svolte da un componente indicato, di volta in volta, dal Presidente.
Le funzioni contabili e connesse al bilancio sono affidate al ragioniere dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane.
Art. 09 -Contributi
L’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche Peloritane, sulla base delle attività programmate e perseguite dall’Osservatorio Ambientale Permanente, provvede alle spese di gestione con un contributo annuale con obbligo di rendicontazione.
L’Osservatorio Ambientale Permanente può, sulle singole iniziative, provvedere ad inoltrare istanze di contributo e/o individuare forme di partecipazione alle spese da parte di altri Enti Pubblici (Comunità Europea, Regione Siciliana, Provincia Regionale di Messina, Consorzi, Amministrazioni Comunali, etc.) o privati.
Art. 10 – Statuto
Tutte le variazioni e/o modifiche dello Statuto dell’Osservatorio Ambientale Permanente devono essere approvate dall’Assemblea dell’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche dei Peloritane e dall’assemblea del Comitato Jonico Beni Comuni.